Loading

Navigazione

Follow us on:
itfrende

Condizioni generali

Condizioni Generali e di Consegna

I. Premessa

(1) La impresa planlicht GmbH & Co KG, di seguito azienda, stipuli contratti con i suoi clienti solamente sulla base delle Condizioni Generali e di Consegna. Il cliente rinuncia al cambiamento delle Condizioni Generali e di Consegna presente mediante l’invio di condizioni proprie. Ciononostante, l’invio di condizioni avviene o è avvenuto dalla parte del cliente, esse rinuncia all’efficienza giuridica originante delle sue condizioni. Condizioni dall’azienda, una volta stabilite tra l’azienda e il cliente, applicano per tutti i contratti futuri tra entrambi. L’annullamento, adattamenti complementari o emendamenti di contratti valgono solamente in forma scritta.

(2) Senza la confermazione scritta dell’azienda, i lavoratori non hanno il diritto di confermare, annullare, cambiare o aggiungere elementi alle presenti condizioni; nel caso che ci siano vincolanti secondo la legge di protezione di consumatori, ha il diritto di rescindere il contratto in qualsiasi momento.

(3) Il cliente non ha il diritto di trasferire diritti e obbligazioni contrattuali con l’azienda senza la confermazione scritta di essa. Tutti i documenti commerciali o tecnici creati o consegnati dall’azienda sono materiale per assistere la vendita e rimangono proprietà di essa. Ognuna propagazione o utilizzazione pretende la confermazione scritta della ditta. Materiale per assistere la vendita deve utilizzato solamente per la presentazione e commercializzazione dei prodotti dell’azienda. In particolare, i documenti non devono tenuti a disposizione. L’azienda ha il diritto di pretendere la restituzione del materiale e i documenti commerciali o tecnici senza ulteriori informazione o senza fornire giustificazioni.

II. Offerte

(1) Le offerte ricevute dalla parte del cliente accetta il committente solamente con una confermazione scritta di accettazione da parte dell’azienda o mediante l’adempimento effettivo; l’offerta dal cliente è vincolante per quattro settimana dopo la ricevuta dall’azienda.

(2) Le offerte dall’azienda come anche il contento di qualsiasi documenti commerciali (preventivo delle spese, lettere circolare, cataloghi, liste dei prezzi, dépliant, annunci, immagini, ecc.) sono non-vincolanti e non-impegnativi in linea di principio e possono essere cambiati e revocati da parte dell’azienda. Le calcolazioni dell’offerta applicano solamente nel caso dell’ordinazione di tutta la merce rispettivamente la merce e quantità offerta.

III. Consegna e condizioni di consegna

(1) Allorché non è stato convenuto nessun altro accordo, il termine per la consegna e altri termini sono non impegnativi e non vincolanti. Il termine di consegna inizia con la conclusione di contratto giuridicamente valida, ma non prima della chiarificazione di tutti i dettagli in riguardo alla pianificazione e alla effettuazione e non prima della effettuazione dell’acconto accordato. Nel caso di una modificazione retroattiva del rispettivo contratto l’azienda abbia il diritto di modificare i termini e la data di consegna in modo unilaterale secondo i cambiamenti, indipendentemente di confermazioni vincolanti per iscritto.

(2) In mancanza di un diverso accordo resta inteso che i servizi dell’azienda sono franco fabbrica (magazzino) e per conto e rischio del cliente; la suddetta condizione applica anche per consegne parziali. Nel caso che sia concordato il ritiro da parte del cliente, il rischio passa al cliente nel momento in cui la merce sia messa a disposizione per il ritiro. Se il cliente non ritira la merce come concordato, il rischio passa al cliente con la data di ritiro concordato e il cliente è responsabile per tutte le spese dell’immagazzinamento, sia da parte dell’azienda o da parte di terzi. Se la merce è da consegnare a un luogo precisato in conseguenza di un accordo separato, la consegna, senza altri accordi, non è franco di nolo. Il committente è libero di scegliere il mezzo di trasporto.
Con la consegna al trasportatore o vettore passa il rischio al cliente, indipendentemente della consegna posteriore al cliente. Per la consegna e l’adempimento del termine di consegna nei nostri mercati principali in Austria, Alto Adige, Svizzera, Germania, Francia, Finlandia il trasporto è pagato fino a un luogo definito (CPT) secondo la versione attuale dei INCOTERMS della camera di commercio internazionale a Parigi al giorno della conclusione del contratto. In mancanza di un accordo diverso per iscritto, la consegna a domicilio avviene in Austria da un valore d’ordinazione pari o superiori a EUR 350,- netto, in Germania, Svizzera, Alto Adige pari o superiori a EUR 750,- netto, in Francia pari o superiori EUR 500,- netto e in Finlandia pari o superiori a EUR 1000,- netto. Le spese di spedizione per ordinazioni sotto il suddetto valore sono a carico del cliente. L’azienda si riserva il diritto di effettuare la spedizione contrassegno della merce. Inoltre, l’azienda ha il diritto di fatturare un supplemento di 1% del valore della merce netto per le spese eventuali per vizi nascosti che originano dal trasporto.

(3) Se la esecuzione del contratto viene ostacolato da forzi maggiori (p.e. scioperi, anomalie di funzionamento come anche tutte le circostanze che complicano la consegna o la rendono impossibile) e gli ostacoli non sono rimovibili da parte del committente o solo in modo economicamente insopportabilmente per l’azienda, l’azienda è liberato dalle sue obbligazioni contrattuali senza che il cliente ha il diritto a un risarcimento. L’azienda ha il diritto di continuare la consegna o il servizio dopo la cessazione dell’ostacolo o di ricedere dal contratto in riguardo agli elementi contrattuali ancora aperti. Il cliente può intimare l’azienda mediante una lettera raccomandata di dichiarare se ricede dal contratto o consegna entro un tempo ragionevole. Nel caso di una mancanza della dichiarazione da parte dell’azienda dopo 14 giorni dopo la ricevuta della richiesta scritta, il cliente può ricedere dal contratto con la rinuncia al diritto di risarcimento eventuale.

(4) Se il cliente è assente alla data di consegna o è in ritardo con l’esecuzione delle misure preventive necessarie per la consegna (parziale), il servizio o la consegna viene considerato/a effettuata. Il rischio e le spese passano al cliente nel caso che non sia successo già prima. Se il cliente accetta la merce o il servizio non al luogo corretto o al termine corretto, il committente ha il diritto di pretendere l’adempimento o di recedere dal contratto dopo aver concesso un periodo supplementare adeguato; in questo caso il cliente è responsabile per ogni danno causato in tal modo.

(5) Se il committente ha causato il ritardo, il cliente ha il diritto di pretendere l’esecuzione del contratto dopo aver concesso un periodo supplementare di minimo 14 giorno o altrimenti dichiarare di recedere dal contratto. La dichiarazione del recesso deve essere menzionata per iscritto, in modo assoluto e determinato nella lettera per dichiarare il periodo supplementare. Il recesso dal contratto solamente diventa efficace, se il committente non effettua il contratto entro il termine concordato. Diritti ulteriori, in particolare dal titolo di risarcimento dei danni, sono esclusi esplicitamente, quanti giuridicamente leciti.

(6) Il committente ha il diritto, senza conseguenze di ritardo, di condizionare l’adempimento del termine di consegna e la data di consegna dal pagamento effettuato concordato, dal pagamento puntuale dei debiti attivi, dalla chiarificazione di eventuali questioni originante a posteriori, dalla effettuazione di tutti i premessi tecnici o spaziali come anche l’adempimento di tutte le obbligazioni originante dal contratto.

(7) In mancanza di un accordo specificato diversamente per scritto, l’azienda ha il diritto di eseguire consegne parziali o precedente e fatturare i prodotti e servizi forniti.

(8) Danni o vizi di trasporto visibili sono da comunicare immediatamente al vettore o al committente alla ricevuta della spedizione e devono essere confermati di essi. Danni o vizi di trasporto che non sono visibili sotto l’imballaggio, devono essere dichiarato entro tre giorni dopo la ricevuta della merce. Altrimenti, l’esecuzione di danni o vizi di trasporto viene escluso da parte dell’azienda.

IV. Rimozioni

La rimozione richiede, con riserva del consenso scritto esplicito dell’azienda, la registrazione scritta precedente e può essere realizzato solamente entro quattro settimane dopo il giorno della consegna o del servizio fornito. Nel caso che l’azienda consenta al rimozione, solamente merce di qualità sana, tecnicamente attuale e con l’imballaggio originale può essere ritornata. Secondo le spese interne, vengono fatturate al cliente minimo 20% del valore della merce (minimo EUR 10,-) come spese di manipolazione. Tutte le spese per la spedizione del ritorno e di ogni tipo sono interamente a carico del cliente.

V. Consegna di campioni

Secondo l’accordo esiste la possibilità di mettere a disposizione campioni per quattro settimane. Nel caso di una consegna di campioni il termine di pagamento viene prolungato dal periodo di prova concordato. Tutte le spese per la spedizione e il ritorno sono a carico del cliente. Campioni possono essere ritornati all’azienda e accreditati da essa se corrisponde internamente alla consegna originale, nessun montaggio meccanico è stato effettuato e la merce non è danneggiata. Lampadine di ogni tipo sono esclusi dal ritorno.

VI. Condizioni di pagamento

(1) I prezzi (correspettivi) per la vendita della merce del committente sono validi, se non concordato diversamente per iscritto, franco fabbrica (magazzino) in euro netto per soprappiù l’IVA lecitamente valida, incluso imballaggio ma senza spedizione, assicurazione, dogana, spese o altri spese addizionali. Aumenti dei prezzi a causa di un aumento dei costi di produzione (in particolare il costo del materiale, salari, costi generali ecc.) tra la conclusione del contratto e l’adempimento di esse vengono fatturati al cliente e sono al carico del cliente. Ordinazione senza una definizione di prezzo vengono fatturato secondo l’usuale prezzo attuale al giorno della fatturazione. Modificazioni tecniche o deviazioni delle direttive di ogni tipo sono da accettare dal cliente al prezzo usuale generalmente, se non sono contrario al causale preteso del cliente.

(2) La retribuzione incluso tutti i costi addizionali (IVA ecc.) è, se non diversamente concordato per iscritto, in scadenza e da pagare entro 14 giorno dopo la data di fattura senza detrazione o senza sconto.

(3) I conti vengono effettuati generalmente e unicamente in modo elettronico.

(4) L’azienda è obbligata alla accettazione di assegni. Il pagamento mediante assegno ha luogo solamente pro solvendo. Tutte le spese e provvigioni bancari in connessione con il bonifico, di qualsiasi tipo, sono al carico del cliente. Per bonifici bancari e assegni il giorno dell’accreditamento o del rimborso dell’assegno è considerato il giorno di pagamento. Nel caso del ritardo di pagamento applicano gli interessi di mora leciti per soprappiù la tassad’ingiunzionedipagamento. Inoltre, sconti o altre riduzioni del prezzo si placano nel caso di una richiesta giuridica e valgono i prezzi brutti di listino.

(5) Nel caso di ritardo di solo un pagamento (parziale) occorre la decadenza al termine e tutte le fatture e debiti vengono in scadenza immediatamente, senza la necessità di una richiesta di scadenza scritta da parte dell’azienda. Lo stesso applica nel caso di deterioramento dello stato pecuniario del cliente. In questo caso l’azienda ha il diritto, dopo aver concesso un periodo supplementare, di recedere dal contratto e riprendere la merce fornita al cliente, pretendere la rivendicazione o riportare la spedizione della merce o servizi in sospeso, anche riguardando altri ordini.

6) Dopo il recesso dal contratto è in vigore, il cliente deve ritornare la merce già spedita senza ulteriori solleciti con i costi sono a carico del cliente, effettuare la restituzione per la diminuzione di valore eventuale e rimborsare tutti gli impegni che originano al committente durante la esecuzione del contrato e la liquidazione.

(7) Se disposizioni di legge imperative non ostino, il cliente non ha il diritto di detrarre i sui debiti con i debiti dell’azienda. Pagamenti in entrata possono essere ascritti alla consegna/il servizio più vecchia/o, indipendentemente dalla dedica del cliente.

(8) Se disposizioni di legge imperative non ostino, il cliente non ha il diritto di ritenzione o di pegno della merce del committente.

(9) Nel caso dell’esporto della merce in un paese terzo, l’azienda si riserva esplicitamente il diritto di mettere in conto l’IVA legale valida, se il cliente non adempie il suo dovere della documentazione di esportazione corretta.

VII. Riserva di proprietà

(1) La merce consegnata rimane proprietà in assoluto dell’azienda fino al completo pagamento incondizionato di tutti i crediti stabiliti dal contratto, inclusi gli interessi, costi e spese così come al completo adempimento di altri obblighi finanziari dell’acquirente presenti e futuri in relazione alla rispettiva fornitura/servizio, nonché sulla base di tutte le altre forniture e servizi. Anche la proprietà di merci di forniture future verrà trasferita solo dopo che i crediti di forniture precedenti sono stati completamente saldati. Il cliente deve agire e fare dichiarazioni a proprie spese e di propria iniziativa, che in funzione della situazione sono necessarie per motivare o ottenere la riserva di proprietà.

(2) L’alienazione a terzi o pignoramento della merce soggetta alla riserva di proprietà prima del completo adempimento di tutti gli obblighi finanziari è lecita solamente con esplicito assenso scritto dell’azienda. Indipendentemente da ciò, il cliente offre di cedere irrevocabilmente tutti i crediti all’azienda alla sua soddisfazione pro solvendo, nel caso di alienazione a terzi della suddetta merce. L’azienda può accettare questa offerta di cessione in qualsiasi momento e senza limiti di tempo. Tutte le tasse e spese annesse sono interamente a carico dell’acquirente.

(3) Fino al completo adempimento di tutti gli obblighi finanziari il cliente non è autorizzato ad elaborare e trasformare la merce fornita o di combinarla con altre merci. In caso contrario, l’azienda ha la proprietà esclusiva sulle merci risultate dalle elaborazioni, trasformazioni e combinazioni.

(4) In caso di pignoramento o altri utilizzi della merce fornita, il cliente è obbligato ad avvertire immediatamente all’azienda e ad adottare tutte le misure a proprie spese per la tutela del diritto di proprietà dell’azienda. Nel caso in cui la merce soggetta alla riserva di proprietà, l’azienda può effettuare l’immagazzinamento della merce a carico e rischio del cliente. Esse è obbligato al rimborso di tutte le spese in relazione del fare valere del proprietà.

(5) In caso di mancato pagamento di un credito scaduto dall’azienda, sospensione die pagamenti, apertura del procedimento d’insolvenza e dell’esecuzione di una merce soggetta alla riserva di proprietà, il cliente è tenuto a restituire tutta la merce soggetta alla riserva di proprietà all’azienda.

VIII. Diritto al risarcimento danni

(1) È esclusa la responsabilità dell’azienda per danni del cliente per lieve negligenza. L’azienda non risponde nei confronti del cliente, nella misura consentita dalla legge, per la perdita/mancati profitti, danni all’avviamento dell’azienda o perdite dell’avviamento dell’azienda, danni o perdite di opportunità commerciali, danni conseguenti di qualsiasi tipo, altre perdite economiche, danni patrimoniali, perdita di interessi, danni rivendicati da terzi nei confronti dell’acquirente e/o altri danni che possono insorgere da o in relazione con singoli contratti di fornitura o con queste condizioni generali. Se nel caso specifico è ammesso escludere la responsabilità in maniera più ampia, vale come concordato.

2) In caso di negligenza grave, la responsabilità dell’azienda per danni è limitata fino a dieci volte l’importo netto della fattura della merce fornita che ha causato i danni.

3) È escluso ogni risarcimento dei danni in caso di inosservanza di eventuali condizioni dell’azienda per l’installazione, la messa in esercizio e l’utilizzo.

(4) Se disposizioni di legge imperative non ostino, è esclusa la responsabilità secondo la legge sulla responsabilità dei prodotti e altre norme comparabili, indipendentemente dal sistema giuridico da cui scaturiscono.

IX. Reclamazione e garanzia

(1) Se disposizioni diversi non sono concordati separatamente per iscritto o disposizioni di legge imperative – in particolare nella relazione con in consumatore nel senso delle disposizioni di legge di tutela dei consumatori del 8 marzo 1979 nella versione attuale, viene applicato, l’azienda è obbligata alla garanzia. Nel caso della applicazione delle disposizioni di legge obbligatorie; nel caso in cui viene a pena di nullità applichi il punto XIII articolo (4) delle Condizioni Generali e Consegna.

(2) Il termine di garanzia è sei mesi dopo il trapasso del rischio al cliente; il termine di garanzia per pezzi di ricambio e rettificazioni è tre mesi. La garanzia cade in prescrizione al massimo sei mesi dopo l’ammonimento entro il termine convenuto. Per il consumatori applicano le disposizioni di legge per la garanzia.

(3) Vizi visibili, pezzi mancanti e vizi invisibili sono da ammonire immediatamente dopo la consegna per iscritto e mediante l’interruzione del lavoro proprio o da parte terza immediatamente; le spese risultante del cliente, di ogni tipo, in relazione con la reclamazione sono esclusivamente a carico del cliente nel caso che l’ammontare e il rimborso con l’azienda non sia concordato precedentemente per iscritto. In mancanza dell’ammonimento la merce viene considerata consegnata senza riserve, regolarmente e senza vizi.

(4) Nel caso dell’ammontare entro il termine convenuto l’azienda sia obbligata solamente alla rettificazione o alla sostituzione; per questo l’azienda ha un periodo adeguato, ma minimo un termine di un mese alla sua disposizione per la rettificazione o la sostituzione. Se la rettificazione o la sostituzione significano spese sproporzionatamente per l’azienda, essa ha il diritto di concedere uno sconto adeguato a compiere la sua obbligazione di garanzia; se il vizio non è futile, l’azienda può richiedere l’annullazione (risoluzione) del contratto. Nel caso di una riduzione del prezzo e la risoluzione del contratto l’azienda adempia le sue obbligazioni, se l’azienda rilascia un credito a favore del cliente con la somma della rivendicazione del cliente. Se il cliente non è presente alla data concordata della rettificazione o rende più difficile la rettificazione o la sostituzione, il suddetto atto viene considerata la rinuncia a tutti i diritti di garanzia.

(5) Le spese accumulante delle suddette misure sono a carico del cliente (sovraprezzo), escluso le spese per la spedizione di pezzi di ricambio o merce di ricambio.

(6) L’azienda non è obbligata ad azioni correttivi nel caso che il cliente viene meno al suo dovere di pagamento incluso eventuali sovraprezzi.

(7) Nel caso di colpevolezza l’azienda sia responsabile per la risarcimento dei danni solo in presenza di negligenza grave o dolo, ma non in presenza di negligenza leggera. Nel caso di risarcimento dei danni applichino le suddette regole secondo articolo (4).

(8) La garanzia dell’azienda è esclusa, se la merce è stata utilizzata in modo inusuale, il vizio è stato causato dal cliente o da terzi o il cliente o terzi hanno effettuato manipolazioni o riparazioni alla merce. La garanzia è esclusa per pezzi d’uso o soggetti a usura.

(9) La garanzia si placa automaticamente, se l’installazione non viene effettuato da una impresa elettrica certificata.

X. Documenti

Documenti (p.e. fatture, rifiuti di ordinazioni, ecc.), che vengono mandato al cliente all’indirizzo comunicato ultimamente, vengono considerati spediti, inoltre il cliente ha comunicato l’azienda il cambiamento puntuale per iscritto. Nel caso della necessità di cambiamenti di documenti (fattura), l’azienda mette in conto un forfait di EUR 25,-!

XI. Protezioni dei dati

(1) Il cliente riconosce che tutti i dati del cliente indicati nel contratto per la fatturazione, richiedere informazioni commerciali e la evidenza dei cliente dei commessi possono essere salvato, utilizzato e processato. I dati vengono utilizzati per riempire le norme legali, per processare tutti le operazioni di pagamento o per mettere a disposizione informazione dei nostri prodotti.

(2) Il cliente ha il diritto di informazione gratuita di tutti i dati personali salvati dai commessi come anche eventualmente il diritto di correggere o cancellare o bloccare i dati.

XII. Scelta della legge applicabile, foro competente e clausola di riserva

(1) Il luogo d’adempimento di tutti le consegne e i servizi da entrambi le parti come anche i pagamenti è esclusivamente A-6134 Vomp.

(2) Per tutti i contratti concordati tra l’azienda e il cliente e tutti i debiti originante di essi applica la legge austriaca, con l’eccezione delle disposizioni della diritto privato internazionale di Austria e le disposizioni della legge commerciale della ONU.

(3) Foro competente esclusivo per tutte le controversie originante dal rapporto contrattuale è A-6134 Vomp e il tribunale responsabile; l’azienda si riserva il diritto di chiamare in causa il cliente in altri fori competente nazionali o internazionali.

(4) Nel caso in cui alcune condizioni di queste Condizioni Generali e di Consegna siano o diventino invalide o parzialmente invalide, i contraenti dichiarano di concordare condizioni valide che si avvicina il più possibile all’interesse della parte. La validità delle altre condizioni rimane intatta.

Stand: 12.09.2016